Questo sito utilizza cookie per gestire, personalizzare e ottimizzare la Vostra esperienza di navigazione del sito, rispettando la privacy dei dati personali e secondo le norme vigenti. Proseguendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni Vi invitiamo a consultare la pagina relativa all’informativa.

CICLO COMBUSTIONE
 
EDER ECO-NZ - Schema ciclo combustione caldaia            
  1. Sportello accesso vano di carico combustibile
  2. Vano di carico
  3. Sportello accesso camera di combustione
  4. Dispositivo regolazione aria primaria
  5. Griglia e diffusore fiamma
  6. Camera di combustione termodinamica
  7. Dispositivo regolazione aria secondaria
  8. Scambiatori termici verticali a piastra
  9. Coperchio accesso zona ispezione e pulizia scambiatori
  10. Attacco scarico fumi

Il combustibile solido viene caricato nel vano superiore (pos.2) a lui dedicato, mantenendo il ciocco di legna parallelo alla feritoia della griglia di diffusione (pos.5). La regolazione dell’aria primaria (pos.4) e dell’aria secondaria (pos.7) viene eseguita agendo sugli appositi dispositivi in occasione della prima accensione. Nella camera di combustione sottostante (pos.6) si procede all’accensione utilizzandoEDER ECO-NZ - Accensione fuoco in caldaia appositi cubetti accendi camino o più semplicemente con il metodo tradizionale dei rametti e carta, come raffigurato in fig.2La fiamma che si genera si sviluppa verso l’alto e lambisce la legna posta superiormente nel vano di carico (pos.2) incendiandosi a sua volta, è consigliato mantenere lo sportello della camera di combustione (pos.3) socchiuso, lasciando per qualche minuto uno spiraglio di 2/3cm in modo da iperossigenare la fiamma e renderla vigorosa nel più breve tempo possibile. In questa fase è importante avere in canna fumaria una depressione minima di ≥0,18mbar affinchè i fumi della combustine possano defluire velocemente nei condotti di scambio posteriori fino alla canna fumaria anche con caldaia fredda.
Con l’evolversi del processo la temperatura aumenta e di conseguenzaEDER ECO-NZ - Schema emissioni inquinanti anche la depressione in canna fumaria, ne segue che la fiamma si allunga e lentamente si piega fino ad invertirsi completamente. Il processo d’inversione si può dire completato e stabilizzato al raggiungimento della depressione minima di 0,25mbar, in seguito gli eventuali sbalzi di questo valore verranno regolati in automatico e stabilizzati dal limitatore di tiraggio. Al termine del processo di combustione i fumi vengono scaricati posteriormente (pos.10) con un bassissimo impatto ambientale tale da soddisfare i più severi limiti sulle emissioni inquinanti in vigore in Germania (vedi scheda combustione).